jump to greenpink.eu

Crostata di ricotta

Oh è finalmente arrivato l’autunno! Diciamocelo, non se ne poteva più di questo caldo afoso, di shorts dai colori fluo, di ombelichi in forma smagliante e dal forno chiuso per ferie. E’ finalmente arrivata l’ora di rinforzare le lenzuola con la trapunta, di avvolgerci in morbide sciarpe e di cucinare pesanti piatti che tanto la prova costume è andata anche quest’anno.

pasta frolla con ricotta

Sembra ieri quando ripassavo la ricetta della crostata di fragole da portare alla cena nel giardino di amici, che già oggi sto pensando a qualche dolce di pasta frolla con la ricotta. Magari con un pizzico di cannella che fa molto Natale. Lo so che è presto per il Natale, ma mia nonna dice sempre che finita l’estate è un attimo a Natale. E qui, manca davvero poco.

La pasta frolla con la ricotta mi pare un ottimo abbinamento, considerando la caratteristica fragrante della prima e la morbidezza della seconda. Quindi una fetta di crostata con la ricotta appena sfornata non può che essere una vera coccola in questi grigi pomeriggi uggiosi. #maledettaprimavera

 

ricetta_crostata_con_ricottaIngredienti:
250gr farina
80gr zucchero
150gr burro
3 tuorli
1/2 limone
sale

150gr ricotta
75gr zucchero a velo
1 uovo
cannella
vanillina
limone

Preparazione:
Nel piano di lavoro, setacciate la farina, disponetela a fontana e al centro versate il succo di limone, un pizzico di sale, il burro ammorbidito a temperatura ambiente e lavorate con le mani.

Aggiungete lo zucchero e i tuorli, lavorate velocemente fino ad ottonere un composto omogeneo che avvolgerete nella pellicola e farete riposare in frigorifero per mezz’ora.

In un pentolino versate la ricotta scolata dalla sua acqua, l’uovo, la vanillina, qualche goccia di limone, lo zucchero e una spolverata di cannella (la cannella serve a dare un sapore più speziato, scegliete la giusta quantità di sapore da dare alla vostra ricetta della crostata con la ricotta).

Amalgamate tutti gli ingredienti e fateli addensare nel fuoco a fiamma bassa.
Stendete la pasta frolla con il mattarello e disponetela nella tortiera imburrata. Rifinite i bordi in modo che la crema di ricotta non fuoriesca e fate cuocere per circa mezz’ora in forno preriscaldato a 180°.

Tagged: , , ,

Comments: 4

  1. Mercoledì 27/05/2013 at 02:50 Reply

    In effetti anche a Bo sembra più tempo di castagne che di ciliegie…una tristezza!
    Ieri mi sono tutta “‘nfrascigata”, l’ombrello s’è trasformato in un cono (e non era gelato!) e per poco non prendevo il volo. No, non come Mary Poppins, più come Dumbo.
    Addio prova costume, yesssssss!!! ^_^
    La tua crostata è perfetta in qualsiasi stagione, quindi anche nel freddo inverno “maggiolino”.
    L’aggiunta di gocce di cioccolato era troppo una porcata, vero? Non rispondere, la mangio anche così! ;)
    Non so spiegare qual è, ma credo che ci sia un significato, una metafora della vita in quei quadrifogli tagliati a metà. (ok vado a letto! )
    Lo stampo lungo lo bramo da sempre, ora ancora diccchiù! …e poi, sfila!

    • alessia 28/05/2013 at 15:05 Reply

      Si cara, quest’anno non dobbiamo temere la prova costume, non è fantastico!?!?!
      Le gocce di cioccolato sarebbero state da sògno, ma non ce le avevo, ho una dispensa di puro cioccolato svizzero che apro solo alla fine di una pesante giornata di lavoro… ogni giorno in pratica, anche alzarmi al mattino è un duro lavoro!
      Dici che ogni quadrifoglio nasconde qualcosa? Anche secondo me sai, di una scatola di stampini per biscotti ho preso senza esitare il quadrifoglio, forse ho bisogno di fortuna o forse di primavera!

  2. Not only Sugar 28/05/2013 at 10:56 Reply

    Bellissima!!! devo proprio provarla, non conoscevo questa variante..

    Not Only Sugar

    • alessia 28/05/2013 at 15:07 Reply

      Bene, mi pare un ottimo scambio di crostate!
      La tua all’amaretto la sogno di notte, appena ho tempo, giuro che ne faccio una grande così |_____________________________|

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *