jump to greenpink.eu

Torta di fragole

La ricetta di oggi ha come protagonista una delle prime donne dell’estate: la fragola. Grazie alla suo colore rosso fiammante e al suo gusto dolce, riesce a sedurre ogni palato. E dopo la crostata di fragole, perché non provare una variante di questa torta alle fragole con la pasta frolla? E magari la crema al mascarpone che fa sciogliere anche i palati più duri? Credo che l’abbinamento fragole e crema al mascarpone sia perfetto per questa torta di fragole, un colore chiaro e uno scuro che si combinano assieme, la scioglievolezza di uno incontra la morbidezza dell’altro, e poi sono due elementi freschi che rendono questa torta di fragole perfetta nei pomeriggi afosi di luglio.

Dolci con pasta sfoglia

La prima volta che ho preparato questa torta di fragole ho dimenticato una cosa importante (non che la torta di fragole sia andata rovinata, anzi è stata ugualmente divorata, ho fatto anche la rima): la pasta sfoglia prima di metterla in forno, va tagliata leggermente, non troppo altrimenti lievitando si rompe, a rombi. Così la pasta sfoglia non si gonfierà al centro fino ad esplodere e sarà più semplice distribuire poi la crema mascarpone.

Ingredienti:
250gr fragole
250gr mascarpone
2 uova
2 cucchiai zucchero
1 cucchiaio zucchero a velo
1 rotolo pasta sfoglia
sale

torta con fragole

Preparazione:
Stendete il rotolo di pasta sfoglia e tracciate leggere linee con il coltello fino ad ottenere dei rombi.

Separate i tuorli dagli albumi e lavorate i primi con lo zucchero e poi aggiungete il mascarpone. Montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e lo zucchero a velo. Unite gli albumi ai tuorli lavorandoli delicatamente dall’alto verso il basso.

Fate cuocere la pasta sfoglia in forno preriscaldato a 150# per circa 10 minuti. Intanto lavate e tagliate le fragole.

Componete la torta: stendete la crema di mascarpone sopra alla pasta sfoglia raffreddata, e coprite con le fragole tagliate. Questa torta di fragole può essere conservata in frigorifero, ma non troppo perché la pasta sfoglia prende l’umidità del frigo e perde la sua consistenza.

Salmone al forno

Prendi il salmone, lo impani, lo metti in forno et voilà salmone al forno gratinato pronto.
In realtà dietro c’è tutta una lotta contro me stessa prima, durante e dopo l’acquisto del pesce.

salmone gratinato
Non guardatemi così! Non ho fatto ancora nulla di male e il vostro destino non l’ho scelto io. Questo è quello che sento quando al banco pesce guardo con perplessità i pesci freschi di giornata con l’acquolina in gola e la nebbia in testa perché non saprei come cucinarli. Sono pervasa da sensi di colpa quando scelgo il pesce, tanto che restiamo interminabili secondi a contemplarci. Quando finalmente entriamo in sintonia decido che sono troppo innamorata del pesce che conosco per tradirlo con tipi nuovi, ma al tempo stesso sono troppo curiosa di uscire con pesci nuovi, esplorare nuovi mondi e provare nuove ricette di pesce. Ogni lasciata è persa o mai cambiare la strada vecchia per quella nuova?

salmone al forno
Beh, non ho il navigatore con me, quindi continuiamo sulla strada di sempre.
Arrivo a casa. Prepara il bagnetto con tanto di paperella per il pesce, bagnoschiuma alle alghe marine, boccale e pinne. Tuttavia, per la ricetta del salmone al forno di oggi, il bagnetto non serve. Quindi via paperella, bagnoschiuma, pinne e boccole. Ecco quello che vi serve davvero per la ricetta del salmone al forno con tanto di gratinatura croccante alla senape.

Ingredienti (per due persone):
3 fette di salmone
75gr pangrattato
1 cucchiai senape
1 cucchiaino burro
succo di limone
prezzemolo
sale e pepe

Preparazione:
Preparate l’impanatura unendo al pangrattato la senape, il succo di mezzo limone, il prezzemolo tritato finemente e un pizzico di sale e pepe.
Aggiungete per ultimo il burro fuso a bagnomaria per amalgamare il tutto.

Adagiate le fette di salmone in una pirofila ricoperta da carta forno. Coprite ogni fetta con l’impanatura premendo delicatamente.

Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.

Dolcetti alle noci o dolcetti dell’amicizia

Questa mattina mentre andavo a lavoro un bianconiglio ha incontrato il mio sguardo. Un bianconiglio in orecchie e pelo, non scherzo! Non aveva il gilet e non andava di fretta, anzi era proprio pacifico e mi guardava perplesso, almeno quanto io guardavo lui. Scoprii (due i bastano?) solo qualche ora più tardi che era scappato dalla gabbia della vicina di casa.

biscotti con le noci

Ma non siamo mica qui a parlare di bianconigli e di tutti i significati che si possono attribuire, oggi prepariamo i dolcetti alle noci che tanto piacciono a Valentina. Valentina è la mia amica, ma davvero amica, che pur mangiando questi dolcetti alle noci senza zucchero sosteneva che fossero buoni.

Eh si, a volte sbaglio pure io anche se non ci credete. La prima volta che ho fatto questi dolcetti alle noci ho dimenticato completamente il ruolo dello zucchero e ne sono usciti dei dolci buoni, ma un po’ amari. Ho imparato una cosa: mai regalare cibi preparati con le proprie mani senza averli prima assaggiati, nemmeno se la tua amica è supergolosa. Eccovi la ricetta di questi dolcetti alle noci, ribattezzati i dolcetti dell’amicizia, zucchero incluso.

Ingredienti:
200gr farina
180gr burro
100gr noci sgusciate
70gr zucchero
3 uova
2 cucchiaini lievito
1 bustina vanillina
sale

dolcetti alle noci

Preparazione:
Frullate le noci con lo zucchero fino a ridurle in polvere.

Lavorate il burro fuso a bagnomaria con i tuorli fino a renderli cremosi. Setacciate la farina con il lievito, aggiungete la vanillina e un pizzico di sale e uniteli al composto di burro e uova. Unite anche le noci e amalgamate bene.

In un’altra ciotola montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e uniteli al composto.

Aiutandovi con un cucchiaio formate delle palline non troppo perfette e posizionate al centro di ogni pallina mezza noce.

Fate cuocere in forno già caldo a 180° per 15 minuti.

 

Muffin al cioccolato bianco

Oggi, dopo un lungo periodo di assenza dalla dispensa, sono tornati i muffin! E io farei un grande applauso. Dopo il lancio del video di come preparare dei muffin al cioccolato che mi ha reso famosa in tutto il mondo dei Teletubbies-dipendenti e candidato la vanillina all’oscar come miglior attrice non protagonista, preparare i muffin è diventata un po’ una dipendenza tanto che mi sono fatta simpatica a tutto il vicinato offrendo loro piccoli dolcetti al cioccolato visto che a casa ormai non se ne poteva più.

preparare_muffin

Questa volta però ho voluto stupire i palati più delicati e preparare dei muffin che nessuno avesse ancora concepito, qualcosa di così unico da incantare le papille gustative di, dei muffin che riportassero in voga la frase “è più voglia di qualcosa di buono”, ok la smetto. Ho preparato degli insoliti muffin al cioccolato bianco! Eh!?! Mai sentiti vero?
Chiudete le bocche spalancate e sciogliete l’acquolina, non vi faccio aspettare oltre, eccovi la ricetta dei muffin al cioccolato bianco.

muffin_cioccolato_bianco

Ingredienti:
150gr farina
75gr cioccolato bianco
30gr zucchero
100ml latte
25gr burro fuso
1 uovo
1/2 bustina lievito

Preparazione:
Lavorare separatamente gli ingredienti secchi da quelli umidi. La farina, lo zucchero, il lievito e il cioccolato bianco tritato finemente. In un’altra ciotola lavorate l’uovo con il latte e il burro fuso a bagnomaria.

Quando entrambi i composti saranno omogenei uniteli e amalgamate.

Versate il composto negli stampi per muffin fino a 1cm dal bordo (i muffin si gonfieranno molto) e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20-30 minuti.

Crostata di ricotta

Oh è finalmente arrivato l’autunno! Diciamocelo, non se ne poteva più di questo caldo afoso, di shorts dai colori fluo, di ombelichi in forma smagliante e dal forno chiuso per ferie. E’ finalmente arrivata l’ora di rinforzare le lenzuola con la trapunta, di avvolgerci in morbide sciarpe e di cucinare pesanti piatti che tanto la prova costume è andata anche quest’anno.

pasta frolla con ricotta

Sembra ieri quando ripassavo la ricetta della crostata di fragole da portare alla cena nel giardino di amici, che già oggi sto pensando a qualche dolce di pasta frolla con la ricotta. Magari con un pizzico di cannella che fa molto Natale. Lo so che è presto per il Natale, ma mia nonna dice sempre che finita l’estate è un attimo a Natale. E qui, manca davvero poco.

La pasta frolla con la ricotta mi pare un ottimo abbinamento, considerando la caratteristica fragrante della prima e la morbidezza della seconda. Quindi una fetta di crostata con la ricotta appena sfornata non può che essere una vera coccola in questi grigi pomeriggi uggiosi. #maledettaprimavera

 

ricetta_crostata_con_ricottaIngredienti:
250gr farina
80gr zucchero
150gr burro
3 tuorli
1/2 limone
sale

150gr ricotta
75gr zucchero a velo
1 uovo
cannella
vanillina
limone

Preparazione:
Nel piano di lavoro, setacciate la farina, disponetela a fontana e al centro versate il succo di limone, un pizzico di sale, il burro ammorbidito a temperatura ambiente e lavorate con le mani.

Aggiungete lo zucchero e i tuorli, lavorate velocemente fino ad ottonere un composto omogeneo che avvolgerete nella pellicola e farete riposare in frigorifero per mezz’ora.

In un pentolino versate la ricotta scolata dalla sua acqua, l’uovo, la vanillina, qualche goccia di limone, lo zucchero e una spolverata di cannella (la cannella serve a dare un sapore più speziato, scegliete la giusta quantità di sapore da dare alla vostra ricetta della crostata con la ricotta).

Amalgamate tutti gli ingredienti e fateli addensare nel fuoco a fiamma bassa.
Stendete la pasta frolla con il mattarello e disponetela nella tortiera imburrata. Rifinite i bordi in modo che la crema di ricotta non fuoriesca e fate cuocere per circa mezz’ora in forno preriscaldato a 180°.