jump to greenpink.eu

Ricette secondo piatto pesce: Capesante gratinate

Oggi mi cimento ancora una volta con il pesce che, ad essere sincera, a me spaventa doverlo preparare perché o si è davvero bravi, o meglio lasciarlo fare agli altri. Quindi se ho una cena importante a base di pesce da preparare, prima mi esercito un pò, preparando piatti che poi mangeranno solo pochi eletti, così da farmi da cavia. Se il piatto ha l’approvazione, allora si può preparare anche per le cene  più ampie.
Un piatto che mi riesce abbastanza facilmente (ormai ho preso la mano) sono le capesante gratinate, che io adoro e cucino sempre mooolto volentieri.
Ecco la ricetta per 4 persone, poi ditemi come vi è venuta!

Ingredienti:
8 capesante
200 g burro
2 cucchiai di farina 00
4 cucchiai di pangrattato
2 tuorli d’uovo
1/4 l di brodo

Prima di tutto dovete pulire le capesante togliendo lo sporco e la sabbia  e poi tagliare la noce bianca con attaccato il corallo. Fate bollire il brodo e  scottateci la noce con il corallo per appena 2/3 minuti, poi togliete dal brodo e fatele sgocciolare.
Intanto, fate fondere solamente 100g di burro in una pentola, aggiungeteci la farina e fate cuocere per 10 minuti circa. Ora versate il brodo in cui avete scottato la noce e il corallo e continuate a mescolare fino ad ottenere una salsa omogenea e abbastanza densa. Portate a bollore e poi toglietela dal fuoco.
Ora, aggiungete alla salsa i tuorli d’uovo mescolando bene con la frusta e fate cuocere un poco anche questa volta ma senza far bollire. Spegnete il fuoco e aggiungete anche il restante burro, continuando sempre a mescolare con la frusta. Accendete il forno a 240°.
Prendete due conchiglie ben pulite e metteteci (in questo ordine) un cucchiaio di salsa, metà noce e metà corallo, salsa e una spolverata di pangrattato.
Infornate e fate cuocere per circa 5 minuti. Non serve molto, perché le capesante erano già state cotte nel brodo.
A me piacciono molto le capesante gratinate in questo modo, spero siano piaciute anche a voi.

Tagged: , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *