Pasta di farro con le verdure

La primavera ha scatenato in me la voglia per la pasta di farro con le verdure: sarà il germogliare delle piante o il potpourri di colori che solo con questo brillante sole si vedono, ma a me un buon piatto di pasta di farro con le verdure fa davvero gola. Proprio perché sono a dieta ho scelto la pasta di farro con le verdure: il farro, grazie all’alto contenuto di fibre, rallenta l’assorbimento dei carboidrati e mantiene stabile l’indice glicemicoma, mentre le verdure, lo sappiamo fin da quando siamo bambini, fanno bene per natura!

pasta con verdure

Per farmi ancor più del bene, ho scelto una pasta di farro, povera di grassi e ricca di fibre (consigliato dalla dieta!). Il farro è un cereale composto in prevalenza da carboidrati, proteine e acqua ma anche da ferro, potassio, calcio e sodio. Ho scoperto che grazie all’indice glicemico basso del ferro, ci si sente sazi più a lungo, così da non cadere in terribili tentazioni all’orario merendino! Gli ingredienti per cucinare la pasta di farro con verdure li potete trovare in tutti i negozi biologici e in molti supermercati. Ma se preferite fare la spesa con un click vi consiglio anche questo sito molto fornito in prodotti biologici -> Greenpink.eu

pasta di farro

Ingredienti per la pasta di farro con le verdure:
180gr pasta di farro
1 zucchina
5 pomodori secchi sott’olio
olio d’oliva
erba cipollina
grana

Preparazione:
Tagliate la zucchina a rondelle; stendete 4/5 pomodori sott’olio su un foglio di carta assorbente. Versate in una padella un filo d’olio e fate dorare le zucchine con l’erba cipollina.

Portate l’acqua a ebollizione e versate la pasta.
Tagliate a strisce i pomodori e aggiungeteli alle zucchine.

Scolate la pasta e fatela saltare per qualche minuto nella padella assieme al condimento.

Biscotti senza zucchero

Ebbene si, esistono biscotti light che non vi faranno venire i sensi di colpa dopo averli mangiati. Biscotti senza zucchero che schiaffeggiano beffardamente il colesterolo. Tiè!

Sapete perché sono sparita? Perché, dopo lunghi anni di corteggiamento, la dieta mi ha chiesto di sposarla! Per stare con lei ho dovuto rinunciare a molte cose belle, al burro, allo zucchero, alla pasta sfoglia, ho persino smesso di vedermi con KitchenAid :( . Ma non ho saputo resistere alla promesse che la mia cara dieta mi faceva e come ciliegina sulla torta, no, come dolcificante, mi ha regalato un brillantissimo costume da indossare il primo giorno di luna di miele, no, di dolcificante -_-.

Siamo una coppia felice, anche se spesso litighiamo perché abbiamo modi diversi di guardare la lancetta della bilancia. Mi sveglia presto al sabato mattina per portarmi all’aria aperta a correre tra le verdi campagne di casa. Mi sta insegnando a capire che i dolci sono dolci anche senza lo zucchero, e che all’aperitivo con gli amici non bisogna abbuffarsi al bancone, ma sorseggiare con grazia ed eleganza della fresca acqua azzurra, senza bollicine.

biscotti senza zucchero

Ecco perché mi sono subito innamorata di questi biscotti senza zucchero, perché ho scoperto che la bontà può essere leggera e senza sensi di colpa.
I biscotti light sono veloci da realizzare e sani, visto che sono fatti con ingredienti attentamente selezionati (da voi).

I biscotti senza zucchero sono perfetti se abbinati ad un cucchiaio di marmellata, vi daranno un energico buongiorno per affrontare la giornata assieme alla vostra dieta.

Ingredienti:
250 gr farina
100 gr burro
100 gr fruttosio
100 gr fecola di patate
100 ml latte
1 uovo
2 cucchiaini di lievito per dolci
100 ml latte

Preparazione:
In una terrina amalgamate il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzetti assieme agli altri ingredienti, aggiungendo per ultimo il lievito.

Stendete l’impasto ottenuto con uno spessore di 5 mm e con gli stampini, intagliate i biscotti della forma che preferite.

Fate cuocere i biscotti senza zucchero in forno preriscaldato a 180° per circa 16 minuti.

Avete visto? Questi biscotti light non solo sono buoni, ma si preparano anche velocemente.

Cake pops ricetta

Inizierei questo post con un urlo: Ahhhhh!
No, non è uno sfogo, ma un urlo di gioia. Già perché quest’anno anche se Babbo Natale ha scelto saggiamente di destinare i soldi dei regali in beneficenza, la Befana, invece, ha deciso di premiare il mio anno di gentilezza, bontà e tanta, ma proprio tanta, pazienza con una calza piena di belle cose.
Sapendo che sono costantemente in lotta con la bilancia, ha deciso di barrare dalla sua lista tutti i tipi di dolci e leccornie per regali più utili. Visto che finalmente anche a casa sua è arrivato internet, si è dedicata allo shopping online.

Che Zalando fosse un noto negozio online di abbigliamento con il grande vantaggio della spedizione e del reso gratuiti è cosa ormai nota (persino la mia carta di credito ha smesso di chiedermi “vuoi procedere con il pagamento”), ma forse in pochi ancora sanno che Zalando ora ha anche una sezione interamente dedicata alla casa (potete visitarla qui). Io ho avuto la fortuna di avere una Befana aggiornata, che ha subito fatto acquisti in questo nuovo reparto. E vogliamo forse fare un torto alla Befana non provando i regali. Ecco i miei, ehm…suoi acquisti all’opera.

cake-pop

Ingredienti:
400gr pan di spagna
4 cucchiai marmellata albicocche
200gr cioccolato al latte
cocco per decorare

cake pops ricetta
Preparazione:
Sbriciolate il pan di spagna con le mani. Aggiungete la marmellata e amalgamate bene fino ad ottenere una composto omogeno.

Riempite lo stampino con delle piccole parti dell’impasto. Chiudete lo stampo per cake pop, infilale in ogni pallina uno stecchino per cake pop e aprite lo stampo.
Lasciate riposare i cake pop formati in frigorifero per circa 1 ora.

Fate sciogliere il cioccolato al latte a bagno maria e immergete ogni cake pop facendo scendere il cioccolato in eccesso.
Quando avrete ricoperto tutti i cake pop e prima che il cioccolato si raffreddi troppo, cospargete sopra ogni cake pop del cocco.

Riponete in frigorifero per un’altra oretta prima di servirli.

Questa è la teglia per i cake pop che ho usato io: http://www.zalando.it/birkmann-teglia-da-forno-rosso-bm572d012-302.html
I Bastoncini invece per cake pop sono : http://www.zalando.it/birkmann-cake-pops-2-pack-utensili-da-cucina-bianco-bm572d01d-o00.html

Tagliatelle fatte in casa

Farina, uova e sale sono gli unici ingredienti per le tagliatelle fatte in casa. Regola generale delle tagliatelle fatte in casa: 1 uovo per ogni 100gr di farina, non potrete sbagliare! Se le volete perfettamente tagliate come quelle che comprate al supermercato, vi serve una macchina per la pasta. Se avete dei super amici che comprendono la vostra passione per la cucina, ve la regaleranno per il compleanno come ho fatto io :) (pollice in su per gli amicici!)

ricetta pasta all'uovo

Le tagliatelle fatte in casa sono molto facili da preparare e si possono conservare in frigorifero, così potrete gustarle come appena fatte anche a distanza di tempo.
Inutile dire che queste tagliatelle fatte in casa si abbinano squisitamente al ragù di carne e la scarpetta con il pane è d’obbligo.

Ingredienti:
200gr farina
2 uova
1 pizzico di sale

tagliatelle fatte in casa

Preparazione:
Disponete la farina a fontana nella spianatoia. Al centro rompete le uova, un pizzico di sale e iniziate ad impastare aiutandovi prima con una forchetta e poi con le mani.

Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per circa un’ora.

Tagliate l’impasto in panetti più piccoli e passatelo nella macchina per la pasta per stenderlo. Io ho voluto realizzare uno spessore di 4mm e poi l’ho passato nel rullo per le tagliatelle.

Un pinguino contro il cancro

E’ sempre il momento di qualcosa di buono e non fatevi fermare dal freddo dell’inverno per gustarvi un gelato speciale. Il pinguino della Gelati Pepino, infatti, quest’anno veste una carica particolare, con tanto di cappello vista la missione che deve compiere.

Accanto alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, i Pinguini Pepino collaborano a sconfiggere il cancro. Infatti, per ogni confezione di 3 Pinguini, la Gelati Pepino devolverà 50 centesimi alla Fondazione Piemontese. Una missione buona, in tutti i sensi, contro una cattiva malattia che colpisce sempre più persone.Gelati-Pepino-Pinguino

La gelateria Pepino produce golosi gelati dal 1884 e oggi ha il suo quartier generale in Piazza Carignano a Torino. Il primo gelato Pinguino nasce nel 1939, conquistandosi il primato di gelato su stecco ricoperto di cioccolato. Oggi il pinguino lo trovate nei gusti caffè, crema, gianduja, menta, nocciola e violetta.

Quindi, mettete da parte il programma dieta e trovate il vostro Pinguino preferito. E’ a fin di bene, non avrete sensi di colpa!
Le confezioni da 3 di Pinguino Pepino sono in vendita in molti supermercati e store del Piemonte e di Milano e provincia.

Non dimenticatevi di diffondere l’iniziativa della Gelati Pepino a favore della ricerca sul cancro condividendo l’hastag #pinguinobuono.

Info:
Web: Fondazione Piemontese per la ricerca sul cancro
Facebook: www.facebook.com/fprconlus
Twitter: twitter.com/FPRConlus